Lampone

Nome Botanico: Rubus Ideaus

Famiglia: Rosaceae

Area di Origine: Europa Continentale


Breve descrizione:

Arbusto cespuglioso formato da numerosi polloni di durata biennale che sorgono alle radici, per cui si ha un continuo rinnovo del cespuglio che si espande in larghezza. I frutti sono delle drupe rosse o rosa carico, appena pelosi, formati da tante minuscole drupe unite tra loro.

Periodo di fioritura: tra giugno e settembre.

Area di Origine: Europa Continentale.


Accorgimenti e cure:

  • Esposizione e luminosità: può essere esposta a mezz'ombra o ai diretti raggi del sole.
  • Temperatura: resiste sia alle alte che alle basse temperature.
  • Irrigazione: annaffiare in periodi di siccità, ed in modo regolare e frequente.

Avversità:

Piccoli consigli: deve essere annaffiato regolarmente mantenendo il terreno umido.


Curiosità:

  • Ambiente: cresce spontaneamente nei boschi, nelle radure ombrose, in luoghi sassosi, fino a 2000 m di quota.
  • Medicina: gode di azione rinfrescante delle vie intestinali e del tratto urinario, diuretica, protettrice vaso-capillare. Le foglie essiccate ed i frutti sono ricchi di tannini, di vitamina C e pectina. Lo sciroppo, preparato con i frutti, è usato come correttore di sapori nelle medicine oppure, come bevanda rinfrescante in caso di febbre.
  • Cucina: i lamponi sono impiegati nel settore liquoristico, delle bevande e dei prodotti dolciari, ad esempio come marmellate, passando i frutti con un passaverdure. Si devono riaccogliere solo a piena maturazione, quando staccarli dalla pianta è semplice. Possono essere surgelati per la conservazione.

Concimazione:

Alla ripresa vegetativa ed in post-raccolta, intervenire al suolo con i concimi organici ed organo-minerali a base di AGROGEL®, gelatina idrolizzata per uso agricolo, ad alto contenuto di azoto e carbonio organici. L’azoto non è soggetto a perdite per lisciviazione e volatilizzazione, per cui questi concimi rispettano l’ambiente e riducono gli sprechi economici. La complessazione degli altri meso e microelementi alla matrice proteica consente una cessione progressiva e modulata, completamente naturale, che prolunga la disponibilità per le piante anche di fosforo, potassio, ferro, zolfo, calcio limitando i fenomeni di immobilizzazione nel suolo. Con i concimi a base di AGROGEL®, viene soddisfatto tutto il fabbisogno nutrizionale della coltura, aumenta la resa produttiva e la qualità della frutta.


Per via fogliare ed in fertirrigazione, intervenire con i concimi a base di GELAMIN® e biostimolanti di origine vegetale del programma VIRIDEM®. Matrici esclusive ottenute con processi esclusivi, l’idrolisi enzimatica e l’estrazione in CO2 Supercritica, che consentono di avere alti contenuti di azoto organico e di amminoacidi in forma prevalentemente levogira e di estrarre efficacemente le molecole ad azione biostimolante, come triacontanolo, vitamine, composti fenolici ed altre molecole bioattive. Gli amminoacidi, l’azoto e gli altri elementi assorbiti rapidamente, insieme ai composti ad azione biostimolante, favoriscono un’azione nutritiva, anti-stress e migliorano i parametri qualitativi della frutta. La stabilità delle matrici, la bassa salinità e il pH consentono la miscibilità con altri prodotti, anche fitofarmaci, per cui l’applicazione può essere effettuata in occasione dei trattamenti antiparassitari.

Clicca sull'immagine per vedere quanti ettari sono coltivati in Italia

Ti Potrebbe interessare