Redazionali

Buono a Sapersi!
Le proprietà nutritive e biostimolanti di Gelamin®

Le proprietà nutritive e biostimolanti di Gelamin®

17/09/2013

2

Abbiamo già visto come l’idrolisi enzimatica da cui si ottiene GELAMIN® assicuri, rispetto all’idrolisi chimica, un risultato qualitativo nettamente superiore. Nella gelatina fluida per uso agricolo, infatti, questo processo di idrolisi “dolce” mantiene intatte le caratteristiche e le funzioni degli amminoacidi e degli elementi importanti per la nutrizione delle piante. Il processo di estrazione altamente controllato e specifico permette a GELAMIN® di distinguersi positivamente dalle altre matrici fluide organiche per svariati aspetti. Ad iniziare dall’alta stabilità chimico-fisica di questa matrice, che non necessita di sali o altri composti aggiuntivi per conservare nel tempo le sue caratteristiche. Ciò permette a GELAMIN® di mantenere una bassa conducibilità elettrica e quindi di non innalzare la salinità della soluzione nutritiva. L’azoto ha titolo costante ed un’elevata azione nutritiva, per cui prontamente disponibile per le piante. GELAMIN® è ricca di molecole integre e quindi biologicamente attive e, per di più, contiene un'elevatissima presenza di amminoacidi, peptidi e polipeptidi fondamentali nella nutrizione vegetale. Gli amminoacidi contenuti hanno una funzione complessante nei confronti di altri elementi, riducendone il rischio di carenza ed aumentandone la mobilità.

GELAMIN® non è lisciviata quando applicata a livello radicale e viene assorbita rapidamente quando applicata a livello fogliare, riducendo le perdite. La grande stabilità e la particolare composizione, inoltre, consentono l’assoluta miscibilità con qualsiasi altro prodotto, anche agrofarmaco, per cui è caratterizzata anche da una grande facilità d’impiego. GELAMIN® ha un altissimo potere non solo nutrizionale ma anche biostimolante.

Perché? Le sue proprietà biostimolanti derivano dall’alta presenza di amminoacidi levogiri, parametro importante per la valutazione agronomica degli idrolizzati proteici. La forma biologicamente attiva (e quindi funzionale) degli amminoacidi, infatti, è quella levogira, mentre gli amminoacidi destrogiri, che si generano in maniera massiccia dai processi di idrolisi chimica, non sono attivi e quindi non possono espletare le loro importanti funzioni per le piante.

Gli amminoacidi levogiri (L-amminoacidi), al contrario dei destrogiri (D-amminoacidi), riescono quindi ad influenzare le attività fisiologiche della pianta ed in particolare: la fotosintesi clorofilliana,  la sintesi delle proteine,  l’assorbimento dei microelementi,  la lignificazione, la resistenza agli stress idrici e salini,  l'attività ormonale naturale, simile ad auxine e citochinin e i processi di maturazione dei frutti.

Per tutti questi motivi, GELAMIN® ha una efficacia nutriente e biostimolante pressoché unica. Grazie alla ricerca ILSA.