Redazionali

Buono a Sapersi!
Più riso e meno costi con AGROGEL® di ILSA

24/06/2014

Nelle risaie la necessaria presenza di acqua limita l’efficienza dei comuni concimi minerali perché l’azoto viene facilmente lisciviato. Per evitare carenze, spesso si rischia il sovradosaggio, ma così facendo si espone la coltura a problemi. Per esempio, è ormai dimostrata la relazione tra l’eccesso di vigore in fase di levata e la presenza di Pyricu­laria oryzae, il fungo responsabile del brusone.
Va fatta attenzione anche al potassio (importante sia per la produzione finale ma anche per equilibrare proprio gli eccessi azotati) che, nonostante la sommersione, ha movimenti lentissimi nel terreno, per cui è necessario migliorarne la disponibilità per le piante.
Le normali pratiche di concimazione, che prevedono l’utilizzo di concimi minerali in tre o più interventi, sono viste spesso come l’unica soluzione per concimare la risaia, talvolta per ragioni economiche, nonostante poi lo spreco di azoto si riveli in realtà piuttosto alto.

Una valida alternativa tecnica prevede l’impiego di concimi a base di AGROGEL®, gelatina idrolizzata per uso agricolo. Questa matrice proteica, altamente standardizzata e dotata di valore agronomico superiore rispetto agli altri concimi, riesce a garantire una nutrizione continua ed equilibrata per il riso. I concimi a base di AGROGEL®, pellettati o in forma di scaglia, liberano gli elementi in maniera graduale, non risentendo della presenza di acqua. Inoltre, consentono di mantenere un buon livello di sostanza organica nel suolo.
La matrice proteica AGROGEL® rilascia i nutrienti solo dopo la degradazione compiuta dalla microflora del terreno, la cui maggiore attività coincide con i momenti di maggiore assorbimento da parte del riso. Aumentando la fertilità microbiologica del terreno (e non “inibendola” come avviene per altri concimi), non solo aumenta la disponibilità di azoto, ma viene sfruttata tutta la fertilità residua. L’impiego dei concimi a base di AGROGEL® permette di ridurre il numero di interventi rispetto agli altri concimi, ottenendo rese analoghe con meno unità di azoto o rese molto maggiori a parità di azoto somministrato.

Le prove in campo, che il Servizio Agronomico di ILSA svolge ormai da anni, dimostrano la maggiore efficienza dei concimi ILSA. Solo negli ultimi due anni, sono stati una decina i campi demo svolti nelle province di Vercelli, Novara e Pavia, per testare la migliore combinazione dei concimi Ilsa, a confronto con quelli minerali ed altri concimi organici, ed i risultati sono stati nettamente migliori. L’annata 2013, completamente opposta dal punto di vista climatico rispetto al 2012, ha confermato l’efficacia delle soluzioni ILSA: con soli due passaggi di concimazione, i concimi ILSA hanno garantito un’alta resa finale, a dimostrazione della loro efficienza, a prescindere dalle condizioni climatiche.

Le rese più alte sono state ottenute somministrando, oltre all’azoto, anche il potassio complessato alla matrice AGROGEL®. Sia dalle rese produttive, sia dai relativi bilanci “profitto-costi” ad ettaro, è emerso che le strategie più efficienti di concimazione prevedono l’impiego di AZOKA alla semina e successivamente di AZOLOW, oppure la somministrazione di FERTORGANICO alla semina e poi di AZOKA, in funzione dei diversi ambienti. Ciò conferma la grande efficienza complessante di AGROGEL® nei confronti dei nutrienti partner, perché capace di mantenere più elevata la disponibilità di potassio rispetto ai normali concimi minerali (cloruro di potassio oppure nitrato di potassio).

Per quanto riguarda la resistenza al brusone, il riso concimato con i prodotti a base di AGROGEL® è risultato meno o per nulla soggetto agli attacchi di Pirycula oryzae, sia nel 2012 (annata particolarmente problematica), sia nel 2013 (soprattutto in alcune zone del vercellese).
Rese più alte, meno interventi, minori unità di azoto e minore suscettibilità alle fisiopatie hanno portato ad un importante contenimento dei costi e ad un aumento dei guadagni.

Il grafico riassume i risultati ottenuti dalle prove demo svolte negli ultimi anni e dimostra l’efficacia dei concimi ILSA: l’azoto non subisce perdite ed è tutto a disposizione delle piante.

Per vedere i risultati delle prove e i relativi bilanci “costi-benefici”, consulta il sito www.ilsagroup.com nella sezione “risultati attività tecnica” del riso.