Redazionali

Chiara Manoli voce di Ecofi nel gruppo di lavoro sui fertilizzanti della Commissione europea

19/08/2014

Quattordici aziende europee (Consorzio SG, Fomet, Frayssinet, Angibaud & Spécialités, C.F.P.R. Groupe Roullier, Ilsa, italpollina, Organazoto Fertilizzanti, Ovinalp, Fertilisation, Puccioni, Scam, Sipcam Inagra SL, Sopropêche e Unimer), leader nello sviluppo e nella produzione di concimi e ammendanti di origine organica hanno fondato Ecofi (European Consortium of the Organic­Based Fertilizer Industry) un consorzio che rappresenta la voce ufficiale, a livello europeo, delle industrie produttrici di fertilizzanti organici, organo­minerali e ammendanti organici. Le imprese che hanno dato vita al consorzio rappresentano oltre il 60% dell’intero mercato europeo dei fertilizzanti di origine organica, che supera i 250 milioni di euro ed è in continua crescita.

PUNTO DI RIFERIMENTO

Fondando Ecofi, l’industria dei fertilizzanti organici, organo­minerali e ammendanti ha risposto alla necessità di disporre di un organo sovranazionale collaborativo e rappresentativo, la cui assenza aveva limitato il coinvolgimento del settore nella stesura dei regolamenti Ue e ne aveva ridotto fortemente il potenziale di sviluppo. Ora, per la prima volta, i produttori hanno una voce rappresentativa a livello europeo e una struttura di lavoro che è stata progettata per interagire in modo proattivo con la Commissione europea, il Parlamento europeo, le delegazioni degli Stati membri e altre parti interessate. Luca Bonini, presidente di Ecofi, pone l’accento sul ruolo crescente e strategico dell’industria nello sviluppo di un’agricoltura sostenibile e nella tutela della sicurezza alimentare in Europa. «Le tecniche di fertilizzazione organica supportano modelli sostenibili di produzione agricola, coesione sociale e crescita economica – spiega Bonini –. Per sua stessa natura, il nostro settore è perfettamente allineato con gli obiettivi chiave nel contesto di Europa 2020, la strategia di crescita dell’Ue».







MEMBRO FWG

Ecofi è ufficialmente membro del gruppo di lavoro fertilizzanti (Fwg) della Dg Enterprise della Commissione europea attraverso la presenza di un membro esperto eletto (Chiara Manoli) e con il supporto di una segreteria organizzativa dedicata. Ecofi ha fatto il suo debutto ufficiale a Bruxelles lo scorso 17 marzo durante la riunione del Fertilizers Working Group della Commissione Europea. Nel corso della riunione la Manoli ha formalmente presentato Ecofi ai presenti.

La Dg Enterprise dell’Ue ha accolto con favore la nascita del nuovo consorzio rappresentativo, che è visto dalle Autorità europee come un valido supporto per lo sviluppo e la definizione dei futuri regolamenti europei che disciplineranno il settore dei fertilizzanti nell’Unione.

PRINCIPALI OBIETTIVI

Ecofi intende: ­ rappresentare una voce forte e univoca per il settore dei fertilizzanti organici, organo­minerali e ammendanti in Europa; ­ mettere a disposizione delle autorità europee e delle altre parti interessate (distributori, organizzazioni agricole, enti di ricerca, ecc.) informazioni e competenza sulle specificità di questi prodotti; ­ costituire una piattaforma comune per i produttori di fertilizzanti organici e organo­minerali in cui discutere e confrontarsi su temi di interesse comune relativi ad aspetti tecnici, questioni normative, relazioni con enti pubblici e altri soggetti interessati; ­ elaborare e fornire informazioni relative al settore, rilevanti per le autorità politiche e per il pubblico in generale.

FACCIAMO CHIAREZZA

L’ampia categoria dei concimi di origine organica (organic­based fertilizers) comprende differenti prodotti che forniscono alle piante elementi nutritivi e/o migliorano la sostanza organica e la fertilità del terreno. Vengono applicati sulle piante e/o sul suolo per migliorare la fertilità del terreno, lo sviluppo delle piante, la produzione e la qualità dei raccolti. Sono impiegati in agricoltura sia biologica sia convenzionale.
I fertilizzanti di natura organica includono tre categorie specifiche: concimi organici, organo­minerali e ammendanti organici. Ecofi definisce e differenzia queste tre categorie in modo chiaro: ­ concime organico: fertilizzante la cui funzione principale è l’apporto di nutrienti (N, P, K, ecc.) sotto forma organica, utilizzando esclusivamente materie prime di origine vegetale e/o animale; ­ concime organo­minerale: fertilizzante complesso ottenuto mediante la miscelazione industriale di uno o più concimi minerali con uno o più concimi organici e/o ammendanti; ­ ammendante organico: ammendante contenente composti del carbonio di origine animale e/o vegetale, la cui funzione principale è mantenere o incrementare la sostanza organica nel terreno.

CONTRIBUTO IMPORTANTE

I fertilizzanti di origine organica giocano un ruolo importante e crescente nell’ottica degli obiettivi di crescita prefissati da Europa 2020, la strategia di sviluppo della Commissione Europea, supportandone i tre pilastri: Crescita intelligente, per un’economia basata su istruzione, ricerca e innovazione. I membri di Ecofi fanno parte di un settore basato sulla ricerca e sulla conoscenza, costantemente orientato all’innovazione; un comparto sempre in prima linea per trovare nuove soluzioni a favore dell’agricoltura e della sicurezza alimentare.
Crescita sostenibile, per un’economia competitiva, efficiente e a basso impatto ambientale. Le materie prime impiegate per i fertilizzanti di origine organica, gli effetti positivi esercitati sulle piante e sul terreno e i processi produttivi adottati contribuiscono allo sviluppo di un’economia sostenibile, che usa le risorse naturali in modo efficiente, riduce le emissioni di anidride carbonica nell’atmosfera e ostacola i cambiamenti climatici. Crescita solidale, ossia focalizzata sulla creazione di posti di lavoro e sulla riduzione della povertà. L’industria dei fertilizzanti a base organica crea posti di lavoro sul territorio e promuove lo sviluppo economico regionale, sia in aree rurali sia urbane, sostenendo le realtà manifatturiere e agricole.

L' IMPEGNO

L' impegno di Ecofi è quello di favorire la crescita economica, lo sviluppo sociale e l’occupazione, garantendo al tempo stesso la massima sostenibilità ambientale e la sicurezza alimentare è una sfida difficile ma affascinante. L’industria rappresentata da Ecofi raccoglie con entusiasmo questa sfida puntando su innovazione, know­how, ricerca e passione. Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito http:// www.ecofi.info.

ILSA PER L'INDUSTRIA

 

Da sempre ILSA serve l’industria con materie prime naturali derivanti da processi industriali unici in grado di incrementare il potenziale e l’efficacia dei vostri fertilizzanti e biostimolanti. Con le soluzioni tailor-made o le materie prime di ILSA, crescono le opportunità per le industrie che puntano a formulare prodotti innovativi per distinguersi nel mercato.

SCOPRI DI PIU'

ilsa PER L'AGRICOLTURA

 

Biostimolanti e prodotti ad azione specifica, fertilizzanti organici ed organo minerali, solidi e liquidi, per l'agricoltura convenzionale e biologica, in grado di aumentare la qualità e le rese produttive, soddisfacendo al meglio le esigenze di agricoltori sempre più specializzati e rispettosi dell'ambiente.

SCOPRI DI PIU'


COSA PUOI COLTIVARE CON I PRODOTTI ILSA ?

Scegli la coltura di tuo interesse e scopri quali sono le soluzioni per la nutrizione e per la biostimolazione di ILSA.  

Registrandoti sul sito entrerai a far parte della community di ILSA a cui riserviamo la possibilità di consultare e scaricare tutta la documentazione di approfondimento altrimenti riservata, come dossier, schede prodotto, studi e relazioni, risultati di campi dimostrativi, e molto altro. Potrai inoltre richiedere piani di concimazione, anche ad hoc e scaricare quelli esistenti.

In Evidenza

LIFE BIOPOL: Attesi mercoledì i rappresentanti UE per la condivisione degli importanti risultati del progetto Ilsa, Codyeco, Università Cà Foscari, Dercosa ed Inpelsa

Lanciato nel 2015 e co-finanziato dalla EU nell’ambito del programma LIFE 2014-2020, LIFE BIOPOL ha dato prova di come sia possibile valorizzare sottoprodotti industriali, altrimenti destinati alla discarica, per formulare una chimica a basso impatto per il settore pelle...

Leggi tutto

ILSA al 22° Congresso Nazionale dedicato all’uva da tavola

Leggi tutto

I prodotti Ilsa sono quello che dicono di essere

Il laboratorio aziendale Ilsa totalizza risultati ineccepibili nelle prove interlaboratorio organizzate da UNICHIM, l’Associazione per l'Unificazione del Settore dell'Industria Chimica, a conferma dell’attendibilità dei parametri di analisi dei prodotti aziendali. Una sicurezza in più per gli agricoltori che scelgono Ilsa.

Leggi tutto

Il nuovo Regolamento Europeo sui fertilizzanti

ILSA racconta la sua esperienza di realizzazione dello studio di impronta ambientale di prodotto ( PEF) e di organizzazione (OEF. Il convegno vuole portare testimonianze di uso di questa metodologia...

Leggi tutto