Redazionali

Buono a Sapersi!
Come si può aumentare la fioritura, l’allegagione e ridurre la cascola dei frutticini

01/06/2016

La resa finale delle colture dipende sia da fattori genetici sia da influenze ambientali, che possono modificare i normali processi fisiologici delle piante. Una pianta predisposta a produrre tanto può non raggiungere l’obiettivo finale se, già dall’inizio, subisce una crescita stentata (a causa del tipo di terreno, di carenze idriche e nutrizionali) e se altri fattori esterni influiscono negativamente sui processi di fioritura e allegagione, cioè sulla formazione dei frutti che poi verranno portati a maturazione.

Anche per la fioritura e l’allegagione incidono fattori di natura genetica e altri di natura ambientale, tra cui il “fotoperiodo” (giusto numero di ore di luce giornaliere, che consente alle cellule dei meristemi di proliferare differenziandosi in fiori e infiorescenze), la temperatura, la presenza di elementi nutritivi e l’equilibrio dei sistemi enzimatici ed ormonali, necessari per stimolare i processi di allegagione.

In ambiente protetto, l’agricoltore ha più strumenti a disposizione per intervenire, attraverso opportuni sistemi di illuminazione, regolazione della temperatura e dell’umidità. In piano campo, al contrario, si deve intervenire soprattutto sulla contemporaneità di fioritura (per avere alla fine anche una contemporaneità di raccolta) e sull’aumento dell’allegagione garantendo che tutti i frutti allegati vengano portati a maturazione in maniera ottimale. In caso di allegagioni eccessive, infatti, la pianta sceglie autonomamente il numero di frutti che porterà a maturazione, lasciando cadere quelli in più o limitandone la crescita. Anche la pratica del diradamento, effettuata dall’agricoltore, ha l’obiettivo di portare a maturazione un numero minore di frutti ma di qualità più alta.

I BIOSTIMOLANTI NATURALI ILSA PER LO SVILUPPO DEI FRUTTICINI

Oggi, molto più di prima, esistono strumenti naturali che equilibrano le fasi vegetative (sviluppo e fioritura) e riproduttive (allegagione e sviluppo dei frutti), fornendo sufficiente energia per sostenere fiori e frutti. Biostimolanti naturali che regolano la ripartizione dei nutrienti e stimolano positivamente tutte le fasi che portano allo sviluppo iniziale dei frutticini. E quali sono i composti che influenzano positivamente questi equilibri, limitando i fattori ambientali negativi? Triacontanolo, composti fenolici, fucoidani, laminarine, ormoni vegetali e amminoacidi specifici per le fasi vegetative e di fioritura-allegagione, come prolina, acido glutammico e glicina. Senza dimenticare il boro, elemento cruciale per la fertilità del polline e la fecondazione (sviluppo del budello pollinico).

IL SET DI SOLUZIONI ILSA

Per questo ILSA ha sviluppato uno specifico set di prodotti per regolarizzare la fioritura e aumentare l’allegagione e la resa finale delle colture, attraverso interventi sia per via fogliare che per fertirrigazione: ILSAVEGETUS e ILSAMIN BORO, per via fogliare, uniscono l’azione positiva sul metabolismo primario delle piante e lo stimolo dell’allegagione. Il triacontanolo, gli estratti fenolici e gli amminoacidi vegetali di ILSAVEGETUS stimolano l’attività degli enzimi che regolano le principali reazioni del metabolismo del carbonio e dell’azoto, favorendo così la fotosintesi, la fioritura, l’allegagione, anche in momenti di stress. La combinazione con ILSAMIN BORO, a base di amminoacidi, peptidi e boro da etanolammina (forma in assoluto più assimilabile del boro da parte della pianta) consente una strategia sicuramente vincente per via fogliare.

ILSAGIRMA e ILSASTIMSET per via radicale, singolarmente o combinati tra loro, forniscono il sostegno per lo sviluppo dei frutti nelle fasi iniziali, limitando così fenomeni di aborti fiorali, di acinellatura per la vite e, in generale, di formazione e cascola di frutti piccoli. La presenza di estratti di alghe (fucoidani, laminarine), di amminoacidi e di altri estratti vegetali stimola positivamente l’attività vegeto-produttiva, regolando la ripartizione dei nutrienti all’interno della pianta e permettendole di portare a maturazione un maggior numero di frutti.

I risultati ottenuti da ILSA negli ultimi anni su vite, susino, ciliegio, melo e altre colture frutticole, in termini di maggior numero di frutti allegati, minore cascola di frutticini e maggiore resa finale, rappresentano la garanzia per gli agricoltori. Per maggiori info sulle prove, consulta il sito www.ilsagroup.com, nella sezione specifica dedicata alle colture.

ILSA PER L'INDUSTRIA

 

Da sempre ILSA serve l’industria con materie prime naturali derivanti da processi industriali unici in grado di incrementare il potenziale e l’efficacia dei vostri fertilizzanti e biostimolanti. Con le soluzioni tailor-made o le materie prime di ILSA, crescono le opportunità per le industrie che puntano a formulare prodotti innovativi per distinguersi nel mercato.

SCOPRI DI PIU'

ilsa PER L'AGRICOLTURA

 

Biostimolanti e prodotti ad azione specifica, fertilizzanti organici ed organo minerali, solidi e liquidi, per l'agricoltura convenzionale e biologica, in grado di aumentare la qualità e le rese produttive, soddisfacendo al meglio le esigenze di agricoltori sempre più specializzati e rispettosi dell'ambiente.

SCOPRI DI PIU'


COSA PUOI COLTIVARE CON I PRODOTTI ILSA ?

Scegli la coltura di tuo interesse e scopri quali sono le soluzioni per la nutrizione e per la biostimolazione di ILSA.  

Registrandoti sul sito entrerai a far parte della community di ILSA a cui riserviamo la possibilità di consultare e scaricare tutta la documentazione di approfondimento altrimenti riservata, come dossier, schede prodotto, studi e relazioni, risultati di campi dimostrativi, e molto altro. Potrai inoltre richiedere piani di concimazione, anche ad hoc e scaricare quelli esistenti.

In Evidenza

LIFE BIOPOL: Attesi mercoledì i rappresentanti UE per la condivisione degli importanti risultati del progetto Ilsa, Codyeco, Università Cà Foscari, Dercosa ed Inpelsa

Lanciato nel 2015 e co-finanziato dalla EU nell’ambito del programma LIFE 2014-2020, LIFE BIOPOL ha dato prova di come sia possibile valorizzare sottoprodotti industriali, altrimenti destinati alla discarica, per formulare una chimica a basso impatto per il settore pelle...

Leggi tutto

ILSA al 22° Congresso Nazionale dedicato all’uva da tavola

Leggi tutto

I prodotti Ilsa sono quello che dicono di essere

Il laboratorio aziendale Ilsa totalizza risultati ineccepibili nelle prove interlaboratorio organizzate da UNICHIM, l’Associazione per l'Unificazione del Settore dell'Industria Chimica, a conferma dell’attendibilità dei parametri di analisi dei prodotti aziendali. Una sicurezza in più per gli agricoltori che scelgono Ilsa.

Leggi tutto

Il nuovo Regolamento Europeo sui fertilizzanti

ILSA racconta la sua esperienza di realizzazione dello studio di impronta ambientale di prodotto ( PEF) e di organizzazione (OEF. Il convegno vuole portare testimonianze di uso di questa metodologia...

Leggi tutto