Redazionali

Buono a Sapersi!
Riconfermato a ILSA il marchio Mezzi Tecnici AIAB

10/10/2017

Il marchio Mezzi Tecnici AIAB rappresenta, secondo quanto indicato dall’Associazione Italiana per l’Agricoltura Biologica, una garanzia di maggiore sicurezza per i consumatori e più trasparenza per i produttori bio. Chiara Manoli, Chief of Regulatory Affairs in ILSA, racconta il percorso fatto dall’azienda per ottenerlo, una delle pochissime realtà del settore fertilizzanti in Italia a potersene fregiare.

Intanto cos’è il marchio Mezzi Tecnici AIAB e cosa significa per l’agricoltore?

Per ILSA rappresenta una garanzia in più data all’agricoltore che opera in regime biologico. Molti dei nostri prodotti sono adatti all’agricoltura biologica, ma per quelli che oggi hanno confermato o ottenuto anche il marchio Mezzi Tecnici AIAB, si è provveduto a certificare tutto il processo produttivo, in ogni sua fase. E’ un attestato di qualità che dice all’agricoltore bio che i prodotti ILSA che usa, sono compatibili con l’ambiente e rispondenti a requisiti etici, ambientali e tecnici addizionali rispetto alla normativa vigente sui mezzi tecnici ammissibili in bio. Infatti la normativa vigente indica unicamente le materie prime che possono essere utilizzate per la produzione di concimi biologici, ma non specifica il tipo di processo produttivo ammissibile. Mentre AIAB, attraverso un ente terzo certificatore, verifica che sia applicato il suo standard che prende in esame gestione, produzione, l’organizzazione nel suo complesso, assieme ad implicazioni di tipo ambientale, sociale ed etico.

Come si è arrivati ad ottenerlo?

ILSA ha predisposto dei piani interni di controllo dei processi produttivi che impediscono la contaminazione delle materie prime destinate alla produzione dei concimi inseriti nello standard AIAB con altri elementi non ammissibili. In tal modo l’azienda garantisce che i prodotti finali abbiano solo componenti consentiti in agricoltura biologica senza alcun contatto con altri prodotti non bio. Per fare questo, è stato necessario innalzare gli standard di controllo in tutti i reparti produttivi e adottare nuove linee guida più stringenti per prevenire ogni tipo di contatto tra le diverse materie prime. Ma non solo. Il disciplinare AIAB impegna i produttori a rispettare criteri che riguardano l’intera organizzazione aziendale, la gestione ed etichettatura dei prodotti commercializzati e la ricaduta che il suo operato ha a livello sociale, etico ed ambientale.

Perché serve una maggior sicurezza per i mezzi tecnici per l’agricoltura biologica? 

Con un mercato di prodotti bio in forte crescita, manca ancora una legislazione in Europa che prenda in esame i mezzi tecnici per l’agricoltura biologica in tutti i suoi ambiti e questo sembra offrirsi ad una libera interpretazione da parte degli operatori. In più, la normativa vigente, in Europa, non prevede la certificazione di tali prodotti.

Quali prodotti ILSA hanno questo marchio?

A conclusione del recente audit è stato confermato il rispetto dello standard Mezzi tecnici AIAB per la produzione di Fertil, Fertorganico, Ilsadrip Forte, Ilsamin N90, Etixamin ed Etixamin DF.

Ilsa conferma ulteriormente il suo impegno nella realizzazione di prodotti ad alta sostenibilità ambientale, provenienti da fonti rinnovabili e realizzati con biotecnologie produttive all’avanguardia, in stabilimenti a basso impatto. Uno sforzo verso una agricoltura sempre più sostenibile e ad alta efficienza, ripagato dal riconoscimento del marchio Mezzi Tecnici AIAB.