Redazionali

Come superare rapidamente gli stress da trapianto e rinvaso

20/11/2018

Le operazioni colturali di trapianto e/o rinvaso rappresentano spesso una fase critica per la pianta. Questo cambiamento di crescita viene compromesso soprattutto con l’arrivo dell’inverno e dell’abbassamento delle temperature, che determinano una riduzione della crescita radicale e la perdita di turgore cellulare; di conseguenza si hanno piante debilitate e meno tolleranti alle avversità ambientali ed agli stress nutritivi e parassitari.


Per ottenere piante ben lignificate e robuste, dopo la prima fertirrigazione post-trapianto, ILSA consiglia l’utilizzo di Ilsamin N90 in associazione ad Ilsamin MMZ.
Ilsamin N90 è il biostimolante ideale per le piante soggette a shock di varia natura, ottenuto da un processo di idrolisi enzimatica (FCEH®) che garantisce un’elevata percentuale di amminoacidi totali (quali Glicina, Prolina, Arginina, ecc.). Quest’ultimi sono associati a componenti organiche specifiche che consentono di attivare le difese della pianta, di stimolare la crescita vegetativa e di accelerare il recupero della pianta in seguito a stress da trapianto, basse temperature, squilibri nutrizionali, ecc. Ilsamin N90, inoltre, utilizzato in associazione ad un nutriente, svolge un’azione sinergizzante promuovendo l’assorbimento e la veicolazione degli elementi nutritivi nella pianta.


Ilsamin MMZ è una specialità nutrizionale a base di meso ed oligoelementi quali:

  • Magnesio, in grado di attivare i processi di respirazione, di fotosintesi, ecc. Il magnesio, inoltre, facilita il trasferimento del fosforo negli apici vegetativi e nei semi e previene e cura le fisiopatie dovute a carenze di Magnesio (filloptosi del melo, disseccamento del rachide della vite, clorosi intervenaturale, ecc).
  • Zinco, in grado di stimolare la produzione di auxine naturali (IAA) fondamentali per la crescita cellulare; incrementare la resistenza delle piante nei confronti dei parassiti, ecc.; prevenire e curare le fisiopatie dovute a carenze di zinco (clorosi internervali e nanismo, ecc).
  • Manganese, essenziale per la sintesi della clorofilla e degli amminoacidi; conferisce una certa resistenza ad alcuni patogeni (es. oidio della vite e dei cereali) e previene e cura le fisiopatie dovute a carenze di Manganese (clorosi internervali sulle foglie giovani, raggrinzimento ed un imbrunimento delle radichette, ecc).



Ilsamin MMZ è arricchito con sostanze organiche ad azione umettante ed adesivante, che favoriscono la copertura degli apparati fogliari, stimolando l’assorbimento fogliare e la traslocazione degli elementi nutritivi nella pianta.





Infine, l’associazione di Ilsamin N90 ad Ilsamin MMZ in applicazione fogliare favorisce:

  • L’incremento della tolleranza delle piante a stress da trapianto e da rinvaso; in questo caso si ha una minor moria delle piante in campo e si ha un buon stimolo della crescita di nuovi tessuti vegetativi (nuove radici, germogli ed allungamento dello stelo).
  • La ripresa del processo fotosintetico con conseguente produzione di carboidrati essenziali per lo sviluppo vegetativo; in questo caso si ottengono piante ben lignificate con un apparato fogliare ben ramificato e meno suscettibile ai cambiamenti ambientali.



Ilsamin N90 va impiegato alla dose di 1.5-2 (kg/ha) ed Ilsamin MMZ va applicato alla dose di 2 (kg/ha). Le applicazioni fogliari vanno effettuate in 2 interventi a cadenza di 7-12 giorni a partire dalla fase di post-trapianto e rinvaso.

Per vedere e scaricare tutti i dettagli relativi ai nostri formulati nutrizionali vai sul sito www.ilsagroup.com nella sezione Nutrizione e Biostimolazione. Potrai scoprire inoltre la gamma dei biostimolanti e delle specialità nutrizionali del programma Viridem® e, registrandoti, potrai accedere alla documentazione tecnica di approfondimento.