ILSADURADA

Benefici
  • Prolunga la conservabilità degli ortaggi in post-raccolta
  • Consente il mantenimento della consistenza di frutta e verdura
  • Permette una più facile gestione delle operazioni di raccolta

PROMOTORE DELLA SHELF-LIFE

La conservabilità di frutta e verdura dopo la raccolta è un fattore determinante per il valore della produzione finale. Ritardando quei fenomeni di marcescenza, perdita di consistenza e sapore, infatti, si riesce a garantire la qualità finale del prodotto, anche se destinato ai mercati più lontani o sui banchi della grande distribuzione. Questo fenomeno è governato sia da processi a livello cellulare (perdita di turgore delle cellule e quindi dei tessuti) sia da fattori biotici, dovuti all’attacco di agenti patogeni che causano marciumi e irrancidimenti.

 

ILSADURADA, a base di idrolizzato enzimatico di Fabaceae, consente di aumentare la shelf-life di frutta e verdura, prodotti facilmente deperibili che, invece, così rimangono buoni per un tempo maggiore.

L’altissima quantità di triacontanolo naturale agisce migliorando l’efficienza di assimilazione dell’azoto assorbito, favorendo la trasformazione di nitrati e ammonio in amminoacidi ed evitando, così, il loro accumulo in frutti e foglie. Inoltre, la presenza di vitamine (in particolare la B6) e di specifici composti ad intensa attività antiossidante, come i polichetidi aromatici (flavonoidi, derivati della naringina) gli acidi benzoici e fenilpropanoidi (acido gallico, acido clorogenico, acido caffeico, ecc…) influenza il metabolismo secondario, grazie all’accumulo di antiossidanti, alla riduzione dell’attività degli enzimi che degradano la pectina (pectasi e pectinasi) e all’attività degli enzimi di difesa dallo stress ossidativo (perossidasi, catalasi), causato dalla presenza di radicali liberi.


ILSADURADA è indicato per drupacee, pomacee, uva da tavola e da vino, agrumi, piccoli frutti, pomodori, peperoni, meloni e anche orticole da foglia, specialmente quelle destinate alla IV gamma, la cui destinazione di mercato implica una vita più lunga in post-raccolta.

Programma
CONFEZIONI
1 - 5 - 20 kg
FORMULAZIONE
Liquidi - Fogliare
Richiedi Informazioni
Caratteristiche fisiche
  • LIQUIDO COLORE BRUNO
  • pH 5,0 ± 0,5
  • DENSITA' 1,13 ± 0,02 kg/dm3
  • CONDUCIBILITA' E.C. 1,50 ± 0,25 dS/m
COMPOSIZIONE
  • Amminoacidi Totali (%p/p) 5 %
  • Amminoacidi Liberi (%p/p) 1,5 %
  • Triacontanolo di origine vegetale (mg/kg) 12 
Contiene in particolare
  • IDROLIZZATO ENZIMATICO DI FABACEAE
Sostanze caratterizzanti
  • TRIACONTANOLO DI ORIGINE VEGETALE, POLICHETIDI AROMATICI, DERIVATI DELLA NARINGINA, ACIDO GALLICO, ACIDO CAFFEICO, ACIDO CLOROGENICO, VITAMINA B6

Azioni delle sostanze caratterizzanti

Mantenimento della consistenza e del sapore Riduzione dei fenomeni ossidativi
TRIACONTANOLO DI ORIGINE VEGETALE
POLICHETIDI AROMATICI
ACIDI POLIFENOLICI E FENILPROPANOIDI
VITAMINA B6  
Dosi e modalità d'impiego
    • Albicocco
      2-2,5 kg/ha
      2-3 applicazioni, ogni 10-12 giorni, a partire da pre-invaiatura
    • Ciliegio
      2-2,5 kg/ha
      2-3 applicazioni, ogni 10-12 giorni, a partire da pre-invaiatura
    • Nettarina
      2-2,5 kg/ha
      2-3 applicazioni, ogni 10-12 giorni, a partire da pre-invaiatura
    • Pesco
      2-2,5 kg/ha
      2-3 applicazioni, ogni 10-12 giorni, a partire da pre-invaiatura
    • Susino
      2-2,5 kg/ha
      2-3 applicazioni, ogni 10-12 giorni, a partire da pre-invaiatura
    • Actinidia (kiwi)
      2-2,5 kg/ha
      2-3 applicazioni, ogni 10-12 giorni, a partire dalla fine dell'ingrossamento
    • Lampone
      1,5 - 2 kg/ha
      2-3 applicazioni, ogni 10-12 giorni, a partire dalla fase di invaiatura
    • Mirtillo
      1,5 - 2 kg/ha
      2-3 applicazioni, ogni 10-12 giorni, a partire dalla fase di invaiatura
    • Mora (Rovo)
      1,5 - 2 kg/ha
      2-3 applicazioni, ogni 10-12 giorni, a partire dalla fase di invaiatura
    • Ribes nero
      1,5 - 2 kg/ha
      2-3 applicazioni, ogni 10-12 giorni, a partire dalla fase di invaiatura
    • Ribes rosso
      1,5 - 2 kg/ha
      2-3 applicazioni, ogni 10-12 giorni, a partire dalla fase di invaiatura
    • Patata
      1,5-2 kg/ha
      2-3 applicazioni, ogni 10-12 giorni, a partire dall'invaiatura
    • Cetriolo da mensa/ da sottaceti
      1,5 - 2 kg/ha
      2-3 applicazioni, ogni 10-12 giorni, a partire dalla fine dell'ingrossamento
    • Colture per IV gamma
      1,5 - 2 kg/ha
      2-3 applicazioni, ogni 7 giorni, a partire da 3 settimane prima del taglio
    • Fragola
      1,5 - 2 kg/ha
      2-3 applicazioni, ogni 10-12 giorni, a partire dalla fase di invaiatura
    • Melone o Popone
      1,5-2 kg/ha
      2-3 applicazioni, ogni 10-12 giorni, a partire dalla fine dell'ingrossamento
    • Peperone
      1,5-2 kg/ha
      2-3 applicazioni, ogni 10-12 giorni, a partire dalla fase di invaiatura
    • Pomodoro
      1,5-2 kg/ha
      2-3 applicazioni, ogni 10-12 giorni, a partire dalla fase di invaiatura
    • Zucchino
      1,5-2 kg/ha
      2-3 applicazioni, ogni 10-12 giorni, a partire dalla fine dell'ingrossamento
    • Indivia (riccia e scarola)
      1,5-2 kg/ha
      2-3 applicazioni, ogni 7 giorni, a partire da 3 settimane prima del taglio
    • Lattuga
      1,5-2 kg/ha
      2-3 applicazioni, ogni 7 giorni, a partire da 3 settimane prima del taglio
    • Radicchio
      1,5-2 kg/ha
      2-3 applicazioni, ogni 7 giorni, a partire da 3 settimane prima del taglio
    • Rucola
      1,5-2 kg/ha
      2-3 applicazioni, ogni 7 giorni, a partire da 3 settimane prima del taglio
    • Spinacio
      1,5-2 kg/ha
      2-3 applicazioni, ogni 7 giorni, a partire da 3 settimane prima del taglio
    • Melo
      2-2,5 kg/ha
      2-3 applicazioni, ogni 10-12 giorni, a partire dalla fine dell'ingrossamento
    • Pero
      2-2,5 kg/ha
      2-3 applicazioni, ogni 10-12 giorni, a partire dalla fine dell'ingrossamento
    • Tutte
      2-2,5 kg/ha
      2-3 applicazioni, ogni 10-12 giorni, a partire da pre-invaiatura

La dose indicata nella tabella è calcolata considerando un volume di adacquamento di circa 500-600 litri di acqua per applicazione. I dosaggi riportati sono da ritenersi puramente indicativi e possono variare in funzione delle condizioni pedoclimatiche e delle rese medie attese.

 
LEGENDA ICONE
Il logo Agricoltura Biologica ILSA certifica che il fertilizzante può essere impiegato in agricoltura biologica.
Il logo Foliar Fertilizer evidenzia i prodotti da somministrare per via fogliare che si caratterizzano per la sicurezza d'impiego, per il basso peso molecolare e per la presenza di amminoacidi in forma prevalentemente levogira.
Prodotti che contengono matrici di origine vegetale ottenute per idrolisi e/o estrazione da fabaceae, lieviti, zuccheri, alghe,  ecc.

ILSA PER L'INDUSTRIA

 

Da sempre ILSA serve l’industria con materie prime naturali derivanti da processi industriali unici in grado di incrementare il potenziale e l’efficacia dei vostri fertilizzanti e biostimolanti. Con le soluzioni tailor-made o le materie prime di ILSA, crescono le opportunità per le industrie che puntano a formulare prodotti innovativi per distinguersi nel mercato.

SCOPRI DI PIU'

ilsa PER L'AGRICOLTURA

 

Biostimolanti e prodotti ad azione specifica, fertilizzanti organici ed organo minerali, solidi e liquidi, per l'agricoltura convenzionale e biologica, in grado di aumentare la qualità e le rese produttive, soddisfacendo al meglio le esigenze di agricoltori sempre più specializzati e rispettosi dell'ambiente.

SCOPRI DI PIU'


COSA PUOI COLTIVARE CON I PRODOTTI ILSA ?

Scegli la coltura di tuo interesse e scopri quali sono le soluzioni per la nutrizione e per la biostimolazione di ILSA.  

Registrandoti sul sito entrerai a far parte della community di ILSA a cui riserviamo la possibilità di consultare e scaricare tutta la documentazione di approfondimento altrimenti riservata, come dossier, schede prodotto, studi e relazioni, risultati di campi dimostrativi, e molto altro. Potrai inoltre richiedere piani di concimazione, anche ad hoc e scaricare quelli esistenti.

In Evidenza

LIFE BIOPOL: Attesi mercoledì i rappresentanti UE per la condivisione degli importanti risultati del progetto Ilsa, Codyeco, Università Cà Foscari, Dercosa ed Inpelsa

Lanciato nel 2015 e co-finanziato dalla EU nell’ambito del programma LIFE 2014-2020, LIFE BIOPOL ha dato prova di come sia possibile valorizzare sottoprodotti industriali, altrimenti destinati alla discarica, per formulare una chimica a basso impatto per il settore pelle...

Leggi tutto

ILSA al 22° Congresso Nazionale dedicato all’uva da tavola

Leggi tutto

I prodotti Ilsa sono quello che dicono di essere

Il laboratorio aziendale Ilsa totalizza risultati ineccepibili nelle prove interlaboratorio organizzate da UNICHIM, l’Associazione per l'Unificazione del Settore dell'Industria Chimica, a conferma dell’attendibilità dei parametri di analisi dei prodotti aziendali. Una sicurezza in più per gli agricoltori che scelgono Ilsa.

Leggi tutto

Il nuovo Regolamento Europeo sui fertilizzanti

ILSA racconta la sua esperienza di realizzazione dello studio di impronta ambientale di prodotto ( PEF) e di organizzazione (OEF. Il convegno vuole portare testimonianze di uso di questa metodologia...

Leggi tutto