GENTILE

NPK 12.5.5

CONTIENE AGROGEL®

GENTILE è un  concime organo minerale da impiegare nella coltivazione di colture di pregio che necessitano di un concime a lenta cessione naturale.

 

 

  • L’apporto mirato di elementi nutritivi consente di gestire senza squilibri vegetativi colture esigenti, in particolare il nocciolo.
     
  • La presenza di carbonio di origine naturale contribuisce a rivitalizzare il suolo.
     
  • La matrice organica chela gli elementi nutritivi evitando fenomeni di lisciviazione.
     
  • La cessione modulata di azoto, fosforo e potassio permette di distribuire il prodotto in primavera oppure in post-raccolta.

 

GENTILE è il concime appropriato per la corilicoltura moderna. Può essere impiegato anche in situazioni difficili, su terreni in pendenza ed in periodi di piovosità.

COMPOSIZIONE
  • Azoto (N) Totale 12 %
  • Di cui: Azoto (N) Organico 5 %
  • Azoto (N) Ammoniacale 7 %
  • Anidride Fosforica (P2O5) totale 5 %
  • Di cui: Anidride Fosforica (P2O5) solubile in acido formico al 2% 2,5 %
  • Ossido di Potassio (K2O) solubile in acqua 5 %
  • Anidride Solforica (SO3) solubile in acqua 5 %
  • Zinco (Zn) solubile 0,01 %
  • Sostanza Organica 22 %
Dosi e modalità d'impiego
    • Tutte
      500-700 kg/ha
      Post-allegagione
      In banda sulla fila
    • Tutte
      500-700 kg/ha
      Post-allegagione
      In banda sulla fila
    • Actinidia (kiwi)
      500-700 kg/ha
      Post-allegagione
      In banda sulla fila
    • Fico
      500-700 kg/ha
      Post-allegagione
      In banda sulla fila
    • Lampone
      500-700 kg/ha
      Post-allegagione
      In banda sulla fila
    • Loti (kaki)
      500-700 kg/ha
      Post-allegagione
      In banda sulla fila
    • Nocciolo
      400-600 kg/ha
      Post raccolta e/o inizio primavera
      Localizzato alla base
       
      500-700 kg/ha
      Post-allegagione
      In banda sulla fila
    • Noce
      500-700 kg/ha
      Post-allegagione
      In banda sulla fila
    • Pistacchio
      500-700 kg/ha
      Post-allegagione
      In banda sulla fila
    • Ribes nero
      500-700 kg/ha
      Post-allegagione
      In banda sulla fila
    • Ribes rosso
      500-700 kg/ha
      Post-allegagione
      In banda sulla fila
    • Sorbo
      500-700 kg/ha
      Post-allegagione
      In banda sulla fila
    • Uva Spina
      500-700 kg/ha
      Post-allegagione
      In banda sulla fila
    • Aglio e Scalogno
      600-800 kg/ha
      Preparazione del terreno e/o post-trapianto
      A spaglio, interrare quando possibile
    • Asparago
      600-800 kg/ha
      Preparazione del terreno e/o post-trapianto
      A spaglio, interrare quando possibile
    • Barbabietola da orto
      600-800 kg/ha
      Preparazione del terreno e/o post-trapianto
      A spaglio, interrare quando possibile
    • Carota e Pastinaca
      600-800 kg/ha
      Preparazione del terreno e/o post-trapianto
      A spaglio, interrare quando possibile
    • Cavolfiore
      600-800 kg/ha
      Preparazione del terreno e/o post-trapianto
      A spaglio, interrare quando possibile
    • Cetriolo da mensa/ da sottaceti
      600-800 kg/ha
      Preparazione del terreno e/o post-trapianto
      A spaglio, interrare quando possibile
    • Cipolla
      600-800 kg/ha
      Preparazione del terreno e/o post-trapianto
      A spaglio, interrare quando possibile
    • Cocomero
      600-800 kg/ha
      Preparazione del terreno e/o post-trapianto
      A spaglio, interrare quando possibile
    • Finocchio
      600-800 kg/ha
      Preparazione del terreno e/o post-trapianto
      A spaglio, interrare quando possibile
    • Fragola
      600-800 kg/ha
      Preparazione del terreno e/o post-trapianto
      A spaglio, interrare quando possibile
    • Melanzana
      600-800 kg/ha
      Preparazione del terreno e/o post-trapianto
      A spaglio, interrare quando possibile
    • Melone o Popone
      600-800 kg/ha
      Preparazione del terreno e/o post-trapianto
      A spaglio, interrare quando possibile
    • Peperone
      600-800 kg/ha
      Preparazione del terreno e/o post-trapianto
      A spaglio, interrare quando possibile
    • Pomodoro
      600-800 kg/ha
      Preparazione del terreno e/o post-trapianto
      A spaglio, interrare quando possibile
    • Pomodoro da industria
      600-800 kg/ha
      Preparazione del terreno e/o post-trapianto
      A spaglio, interrare quando possibile
    • Pomodoro in serra
      600-800 kg/ha
      Preparazione del terreno e/o post-trapianto
      A spaglio, interrare quando possibile
    • Porro
      600-800 kg/ha
      Preparazione del terreno e/o post-trapianto
      A spaglio, interrare quando possibile
    • Rapa
      600-800 kg/ha
      Preparazione del terreno e/o post-trapianto
      A spaglio, interrare quando possibile
    • Ravanello
      600-800 kg/ha
      Preparazione del terreno e/o post-trapianto
      A spaglio, interrare quando possibile
    • Sedano
      600-800 kg/ha
      Preparazione del terreno e/o post-trapianto
      A spaglio, interrare quando possibile
    • Zucchino
      600-800 kg/ha
      Preparazione del terreno e/o post-trapianto
      A spaglio, interrare quando possibile
    • Tutte
      500-700 kg/ha
      Post-allegagione
      In banda sulla fila
    • Tutte
      300-500 kg/ha
      Ripresa vegetativa
      In banda sulla fila

I dosaggi sono da ritenersi puramente indicativi e possono variare in funzione delle condizioni pedoclimatiche e delle rese medie attese.

 
LEGENDA ICONE
Il Marchio di Qualità conferito da Assofertilizzanti in accordo con l’ICQRF (Ispettorato Centrale della tutela della Qualità e Repressione Frodi dei prodotti agroalimentari) certifica la rispondenza dei fertilizzanti all’etichetta posta sulla confezione e alle normative di legge, eseguendo prelievi a campione sui prodotti commercializzati.
La presenza di cloro nel terreno può avere aspetti indesiderati per lo sviluppo di alcuni apparati radicali. Quantità eccessive di cloro nel terreno possono comportare problemi di salinità, oltrechè risultare nocive per la microflora che vive nelle soluzioni circolanti del terreno. Il marchio Basso Tenore di Cloro certifica che il concime ha un titolo in cloro al di sotto del limite massimo ammesso del 2% e non rappresenta pericolo per le colture.